Anonimo asks: che belle le donne innamorate...

Che belle le donne.

PhotoAlt

123maddawg:

How I look when I’m trying to dance sexy when no one is watching

Io per strada quando nessuno mi guarda

vitaliano asks: ma veramente ci metti lo zucchero nel ragù?

No ma nel sugo sì giuro perdoname Cracco por mi sugo loco

Tanto quanto

La cretinaggine di quando stai cucinando il ragù e sei felice già al primo giro d’olio senza sapere se poi boh la carne sarà buona? ti ricorderai di non farlo bruciare? e se poi la passata di pomodoro fosse acida? e se lo zucchero non bastasse? e se lo volessi piccante ma il peperoncino che hai comprato non funziona? Ecco quella cretinaggine da inizio ragù è la stessa identica che a volte metto nelle cose importanti della vita. Le variabili negative io o le prendo così in considerazione da non dormire la notte o le devo evitare del tutto. Non è mancanza di mezze misure, è paura di mandare tutto a puttane.
Ho trovato casa, e saltello come una bambina che sente in lontananza la campanella dei gelati, ma che cazzo ne sa se il gelataio svolta a destra e non passa sotto casa sua? Non lo sa, non può, non posso.
A me l’andrà tutto bene mi ha sempre fatto incazzare, ché è come dire Massì cammina guardando il cielo che ostacoli a terra non ce ne sono. Ma voi gli ostacoli lo sapete che ci sono? E lo sapete che non si saltano ma si smontano? Che non solo devi vederli ma anche fermarti e studiarli per bene e capire dove sono le viti e che cacciavite ti serve e come sono fatti e chi li ha costruiti e quanto ci ha messo e se ha girato la vite a destra o a sinistra. Facile saltare, zomp, che ci vuole, fatto. No, a volte l’ostacolo è la persona che ti porti dietro e che ha paura, l’ostacolo è la sua paura, paura di vivere, di camminare, di parlare con la gente senza scoppiare a piangere, di ricominciare una vita che ha messo in stand-by dieci anni fa, di riuscire a non avere incubi, di non avere paura degli uomini, di conoscere la persona che più la spaventa, che è se stessa.
La cazzata più grossa che ho mai fatto nella vita è sottovalutare la paura. Mi sono allenata ad essere coraggiosa, ma sto imparando che la difficoltà è affrontare i timori altrui.
Che tu lo voglia o no, la tua vita sarà legata a una corda che condividerai sempre con qualcuno, e il problema non sarà trovare la forza di buttarti dove serve ma convincere quel qualcuno che ne è capace tanto quanto te.
Io, comunque, in tutto questo, variabili negative comprese, forse per la stanchezza di pensare sempre al peggio, adesso spero davvero che il gelataio passi sotto casa mia.

PhotoAlt

Mio padre non è mai stato un romantico, uno da frasi fatte, uno da speranze desideri e robe così, è sempre stato quello concreto, razionale, un rompicoglioni per sognatori. Però poi ha avuto me e ha iniziato a regalarmi i bigliettini con le cose che non ha mai detto.
Adesso pare ne cerchi uno con scritto “L’unica donna che riuscirà a farti sentire veramente un coglione avrà il tuo patrimonio genetico” 😏